PERCHE’ IL WELFARE AZIENDALE E’ MOLTO IMPORTANTE PER I CAREGIVERS?

Lavorare è un diritto che deve esser garantito a tutti perché poter esprimere le proprie capacità con il lavoro è importantissimo sia per la società, che hanno così garantita una costante crescita e autonomia, che per ogni singolo individuo, in quanto il lavoro consente l’autorealizzazione e l’indipendenza economica di ciascuno.

Viene da sé l’importanza di avere una società dove nessuno rischia di essere tagliato fuori dal lavoro e questo DEVE essere sostenuto sia dallo Stato che dalle imprese. Purtroppo però vi sono categorie di individui che spesso rischiano di dover rinunciare al lavoro a causa di problemi legati alla vita privata che gli impediscono di trovare il giusto equilibrio tra la sfera privata e la sfera lavorativa. Sto parlando dei caregiver e delle categorie fragili.

Oggi voglio parlarvi dei caregivers, mentre rimanderò il discorso delle categorie fragili al prossimo video.

I Dati Istat stimano che in Italia nel 2018 sono stati circa 3 milioni gli italiani caregiver, cioè che si prendono cura di un parente affetto da malattie gravi e spesso non autosufficiente; sono invece circa 10 milioni le persone con carichi legati alla dimensione della genitorialità. In totale si parla di circa il 34,6% della popolazione, di cui il 74% è donna.

Spesso per le persone che hanno in carico famigliari non autosufficienti diventa molto difficile mantenere un buon equilibrio vita-lavoro, al punto che molte persone (specialmente donne) si trovano nella condizione di dover rinunciare alla carriera lavorativa, mentre altre si trovano comunque talmente sommerse da lavoro e incombenze famigliari da non avere più tempo da dedicare a sé stessi ed alle proprie passioni.

Il welfare aziendale, con i suoi numerosi servizi a disposizione dei dipendenti, diventa in questo caso uno strumento veramente importante per risolvere questo problema: dal lato dei lavoratori può concretamente alleggerire la vita dei dipendenti caregivers, liberandogli tempo e mettendoli così nella condizione di condurre una vita più serena e quindi lavorare anche in maniera più produttiva; nel mentre le aziende si avvantaggiano del fatto di non rischiare di perdere risorse valide, diminuendo quindi il rischio di turnover ed allo stesso tempo proteggendo i livelli di produttività di tutte le risorse; infine lo Stato si alleggerisce di un onere che prima gravava solo sulle proprie casse ed al quale, è appurato, non riesce a provvedere al 100% da solo in maniera soddisfacente.

Se sei interessato all’argomento metti un “mi piace” alla pagina facebook FARWEL per non perderti il prossimo articolo che uscirà a breve.

Ernesto De Petra

Fondatore di Farwel

Consulente specializzato nell’ambito del Welfare Aziendale ad Personam

P.S. Hai urgentemente bisogno di ricevere maggiori informazioni riguardanti il Welfare Personalizzato? Clicca qui!

A presto,

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *