Welfare aziendale: mito o realtà?

Leggi questo articolo per conoscere meglio cos’è il welfare aziendale, come lo si può applicare, quali sono i suoi vantaggi e la differenza tra welfare “industriale” e  “personalizzato”

Ciao,

sono Ernesto De Petra, fondatore di Farwel, la prima società specializzata nel welfare personalizzato.

Sono un ingegnere civile e, dopo 25 anni di attività nel mondo delle costruzioni stradali, civili ed industriali, le vicissitudini della vita mi hanno portato ad aprire, da circa due anni, una nuova attività imprenditoriale a sfondo sociale, ovvero un’agenzia di servizi alla persona grazie alla quale cerchiamo di risolvere tutte quelle questioni della vita quotidiana che coinvolgono, nel bene e nel male, il normale svolgimento della vita famigliare.

In realtà sono da sempre una persona sensibile alle necessità del prossimo, tanto che sono da anni impegnato in attività di volontariato, e questa iniziativa lavorativa ha contribuito a farmi sentire realizzato sia come persona che come lavoratore.

La scoperta, lo studio e l’approfondimento della tematica del welfare aziendale è stata per me una naturale evoluzione di quanto già stessi facendo per le persone qualsiasi, in quanto rivolta ai lavoratori dipendenti, e non solo, che, per prima cosa, sono anch’essi delle persone con “l’aggravante” che sono impegnate dal loro lavoro e quindi fondamentalmente non hanno il tempo o il modo per adempiere a molte delle faccende proprie e famigliari richieste dalla loro vita quotidiana.

Innanzitutto: cos’è il welfare?

Il welfare è un ambito molto complesso ed articolato e proprio per questo è oggetto di diverse interpretazioni, molte delle quali spesso improprie ed inopportune.

Nonostante la politica del welfare sia in vigore in Italia dal 2016, ad oggi le aziende che la adottano sono ancora molto poche. Qual è il motivo? È solo una questione di scarsa conoscenza della materia o gli imprenditori hanno paura di affrontare un argomento comunque molto complesso anche se funzionale ed efficace?

Il mio intento è quello di illustrare il fantastico mondo del welfare in modo semplice e comprensibile, trattando singolarmente i vari aspetti che lo caratterizzano.

Con l’espressione “welfare aziendale” si identificano somme, beni, prestazioni, opere, servizi, corrisposte al dipendente in natura o sotto forma di rimborso spese, aventi finalità di rilevanza sociale ed esclusi, in tutto o in parte, dal reddito di lavoro dipendente.

Continua a leggere